29 maggio 1774:



Comte de Saint- Priest.

"Tutto quello che c’era di più brillante aspirava a questa conquista, ma
dopo molte velleità, il conte di Fersen colpisce il cuore della sovrana.
Questo fu notato specialmente nel 1778, quando trovandosi in Francia,
apparve a Versailles nel nuovo costume svedese.
La regina lo notò e fu colpita dalla sua bellezza.
Era in effetti allora una figura notevole.
Grande, slanciato,perfettamente ben fatto, dai begli occhi,
di tinta opaca ma animati, era fatto per dare nell’occhio di una donna
che cercasse le impressioni più vive per esserne turbata."


Lindblom, il futuro arcivescovo di stoccolma,
viaggiando in Francia gli fa eco.


"Tutta Versailles non parla che del conte de Fersen che è venuto
a Corte portando l’abito nazionale svedese che la regina, da
quanto mi hanno detto, ha esaminato molto accuratamente..."



http://www.madamedepompadour.com/_m_antonietta_fersen